TheStrategy è il più autorevole Magazine a firma di specialisti accreditati in Digital Marketing iscritto in Tribunale. Inviaci i tuoi articoli e comunicati

Advertising

La qualità della pubblicità e il fenomeno dell’adblocking

Pubblicità adblocking

La qualità della pubblicità e il fenomeno adblocking sta preoccupando tutti gli operatori del settore e gli affiliati: le statistiche e le stime che vengono divulgate non sono mai incoraggianti poiché sempre più aziende investono in queste tecnologie, Ma non è un male.

Questi software hanno trovato terreno fertile perché gli utenti sono stanchi di visualizzare pubblicità che infastidiscono la loro navigazione, L’utente che prima cliccava sui banner ha poi cominciato a ignorarli (fenomeno del banner blindeness), adesso li blocca. Per quale motivo?
Perché ne è infastidito!

Pubblicità adblocking
Pubblicità adblocking

La qualità della pubblicità e il fenomeno adblocking sempre più esteso ci fa capire che l’utente non è interessato alla pubblicità e quindi, di conseguenza, non è disposto a leggere né tantomeno a seguire i messaggi pubblicitari esposti su banner.

La parola d’ordine nel nostro lavoro è “trovare soluzioni non convenzionali a problemi convenzionali”.

Massimiliano Vigilante

Questo fenomeno potrebbe sembrare limitante, ma in realtà lo è solo in apparenza, perché permette all’affiliato di esprimersi in tutta la sua creatività e inventiva dal momento che i software di adblocking non bloccano publiredazionali, comparatori, codici sconto, native, retargeting ecc.

Quello che oggi viene chiamato native advertising era una tecnica promozionale da tempo già utilizzata da affiliati esperti, che creavano spazi e banner personalizzati con immagine + testo sui propri siti e pubblicizzavano campagne PPC, PPL o PPS.

E tuttavia vero la qualità della pubblicità e il fenomeno adblocking stanno danneggiando il settore delle affiliazioni, per due aspetti:
•Bloccando banner Adv penalizzano tutti i siti web e blog che li espongono e in Italia sono davvero molti.
•In alcuni casi bloccano il tracciamento di una campagna, provocando un danno all’affiliato e al network di affiliazione. Queste accade quando l’adblocker blocca anche il text link oltre che la creatività del banner, per cui l’utente che lo segue e compie una transazione non viene tracciato.
Ma allo stesso tempo è pur vero che non bisogna farsi determinare da software di adblocking per guadagnare online.


Articoli simili
Advertising

Programmatic Advertising, pubblicità su piattaforme automatizzate

Advertising

Perché un sito web dovrebbe avere un programma di affiliazione?

Advertising

Cosa è e come funziona il Native Advertising

Advertising

Campagne promozionali, come promuovere i propri prodotti

Leggi anche...
Campagne promozionali, come promuovere i propri prodotti


    Inviare comunicatiPubblicità-AdvertisingScrivi all'editoreScrivi Articoli per noi



      Inviare comunicatiPubblicità-AdvertisingScrivi all'editoreScrivi Articoli per noi



        Inviare comunicatiPubblicità-AdvertisingScrivi all'editoreScrivi Articoli per noi



          Inviare comunicatiPubblicità-AdvertisingScrivi all'editoreScrivi Articoli per noi